Cos’è il Fondo prevenzione usura per chi non riesce a far più fronte ai debiti

reddito di emergenza

Se ci si ritrova nella situazione di non riuscire più a far fronte per motivi oggettivi ai troppi debiti e, a causa di questa situazione, le banche non danno più credito, la Legge sull’usura fornisce una potenziale soluzione: il Fondo prevenzione usura che, quando rivolto alle famiglie in difficoltà, è gestito da Adiconsum.

ISCRIVITI AL GRUPPO: https://www.facebook.com/groups/351698258820771/?ref=share

Il Fondo di prevenzione del sovraindebitamento e dell’usura gestito da Adiconsum su incarico del Ministero dell’Economia e delle Finanze è un fondo che si rivolge alle famiglie e alle microimprese (ditte individuali) in difficoltà, in base all’articolo 15 della legge n.108 del 1996. Chi si trova in tale condizione non ha più accesso al credito legale, fornito dalle banche ma solo al credito illegale degli usurai.

Come accedere al fondo? Il consumatore o la famiglia possono accedervi solo se rispettati alcuni criteri stabiliti dal Ministero dell’Economia: effettivo stato di bisogno del richiedente e serietà della ragione dell’indebitamento; capacità del rimborso del finanziamento concesso, dimostrato da reddito documentabile; entità dell’importo complessivo debitorio a carico del richiedente che deve rientrare entro i limiti di garanzia; impossibilità di accesso al credito legale a causa di segnalazione negativa presso i sistemi di informazione creditizia (Crf, Ctc, Experian).

Dopo la verifica della presenza dei requisiti, Adiconsum procede al consolidamento del debito, trasformando i tanti debiti contratti in uno solo; fa da garante del consumatore verso banche e intermediari, permettendo di accedere nuovamente al credito legale e facendo ottenere un prestito; fa ottenere un prestito fino a 30mila euro, restituibili in 7 anni e in alcuni casi particolari fino a 50mila euro restituibili in 10 anni; fa applicare al prestito un tasso agevolato del 2%; si assicura che le rate del nuovo e unico prestito da restituire siano sostenibili, in linea con il reddito familiare.

Infine, Adiconsum si occupa anche di educare la famiglia a gestire in maniera corretta il proprio bilancio familiare per evitare di ritrovarsi ad affrontare nuovamente tale emergenza. Per maggiori informazioni, si può inviare una mail a prevenzioneusura@adiconsum.it (i documenti inviati non saranno restituiti) oppure telefonano allo 0644170234 (da lunedì al giovedì dalle 9 alle 12.30 e dalle 14 alle 16; venerdì dalle 9 alle 12)

LEGGI ANCHE – INPS, novità sulla malattia per chi è in isolamento e lavoratori fragili

Come inviare la dichiarazione sostituiva e la richiesta di rimborso? Possono essere inviate tramite

  • Raccomandata (plico senza busta) a Agenzia delle Entrate – Ufficio di Torino 1 – Sportello Abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino, con allegata copia del documento di riconoscimento valido.
  • PEC (solo se si dispone di firma digitale) all’indirizzo cp22.canonetv@postacertificata.rai.it

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *