Bonus scuola da 100 euro, a chi spetta

Bonus scuola

Previsto dal Decreto Cura Italia, è confermato anche per febbraio il premio fino a 100 euro in busta paga per il personale scolastico: docenti, personale Ata, Dsga e dirigenti scolastici. Una quota che spetta a coloro che hanno prestato servizio in presenza nel periodo di massima allerta per l’emergenza Coronavirus, ovvero a marzo 2020. Pertanto, il sussidio non è riconosciuto a chi, a marzo, ha svolto la propria attività in telelavoro o smart working oppure se assenti per altre motivazioni.

ISCRIVITI AL GRUPPO: https://www.facebook.com/groups/351698258820771/?ref=share

Inoltre, l’importo massimo da 100 euro spetta solo ai titolari di redditi da lavoro dipendente non superiori ai 40mila euro e la cifra sarà calcolata in relazione al numero di giorni di lavoro svolti in sede a marzo 2020. Il sussidio è previsto dall’articolo 63, comma 2 del Cura Italia. Potranno beneficiarne dunque solo docenti, personale Ata, Dsga e dirigenti scolastici.

Per capire l’importo spettante, bisogna utilizzare il rapporto tra i giorni di presenza in sede (a prescindere dal numero di ore prestate) effettivamente lavorati nel mese di marzo e quelli lavorabili ovvero: 22 se la settimana lavorativa è articolata su 5 giorni, 25 se articolata su 6.

LEGGI ANCHE – INPS, novità sulla malattia per chi è in isolamento e lavoratori fragili

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *