Dl Sostegni, previsto un bonus 1600 euro per determinate categorie di lavoratori

bonus

Il Dl Sostegni bis, approvato dal Consiglio dei Ministri, prevederà delle importanti misure, anche nell’ambito della cultura e dello spettacolo. E, tra le novità introdotte, c’è anche un bonus 1600 euro da destinare a determinate categorie di lavoratori: quelli del mondo dello spettacolo.

LEGGI ANCHE – Dl Sostegni bis, a maggio si prevedono nuovi ristori e taglio alle tasse

Ai 43mila lavoratori dello spettacolo interessati dagli indennizzi erogati per i professionisti danneggiati dalle misure sanitarie, verrà riconosciuta un’ulteriore indennità straordinaria di 1600 euro, interessando una platea di beneficiari allargata:

  • artisti e maestranze con almeno sette giornate lavorative e un reddito inferiore ai 35.000 euro;
  • coloro che, con almeno trenta giornate lavorative, abbiano un reddito inferiore ai 75.000 euro.

Inoltre, sono stati previsti 210 milioni di euro per incrementare i fondi di emergenza esistiti, ripartiti in sostegno ai musei statali (20 milioni), al fondo di parte corrente (45 milioni) e in conto capitale del fondo emergenza spettacolo, cinema e audiovisivo (120 milioni), al fondo per il sostegno delle imprese e istituzioni culturali (20 milioni).

Viene modificata la ripartizione del compenso per apparecchi e supporti di registrazione audio, con uno snellimento del meccanismo di corresponsione della quota di compenso destinata ad autori, interpreti o esecutori e garantire un sostegno più veloce a categorie particolarmente colpite dall’emergenza. Una quota parte dei contributi automatici per lo sviluppo, produzione e distribuzione delle opere cinematografiche e audiovisive sarà destinata agli autori del soggetto, sceneggiatura, musica e registi.

Presentata, per sostenere circhi e spettacolo viaggiante, un’esenzione dal pagamento del canone per l’occupazione temporanea di spazi e aree pubbliche fino al 31 agosto 2021, riconoscendo oltre 8 milioni di euro ai Comuni per il ristoro del mancato incasso dei presenti tributi.

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *