Licenziamenti, Orlando conferma: “Improbabile una proroga generalizzata del blocco”

licenziamenti

Uno dei grandi temi di queste settimane ha riguardato la decisione di non prorogare di altri mesi il blocco dei licenziamenti, un’opzione che il Ministro del Lavoro Andrea Orlando ritiene ormai improbabile: “non so e non credo ci saranno le condizioni di una proroga generalizzata. Sicuramente ci sarà un impatto negativo della fine del blocco, non sarà tutto rose e fiori. Ma tutto ciò che può aiutare a integrare e implementare gli strumenti già individuati, credo sia positivo”, ha commentato il ministro riguardo la protesta dei sindacati pronti a scendere in piazza sabato 26 giugno.

LEGGI ANCHE – Dl Sostegni, previsto un bonus 1600 euro per determinate categorie di lavoratori

Le manifestazioni si svolgeranno in contemporanea a Torino, Firenze e Brari, con CGIL, CISL e UIL che chiederanno nuovamente la proroga del blocco dei licenziamenti almeno fino al 31 ottobre, oltre a una riforma degli ammortizzatori sociali e politiche attive per il lavoro. Una richiesta arriva anche da Cesare Damiano, ex ministro del lavoro e consigliere Inail: “Tra 13 giorni scade il blocco dei licenziamenti per i settori della manifattura e dell’edilizia – ha ricordato a TgCom24 -. Si tratta di un problema che potrà avere serie ripercussioni occupazionali e sociali in un momento di delicata transizione dalla crisi alla ripartenza”.

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *