Partite IVA, buone notizie: si va verso la proroga dei versamenti

bonus p. iva

Per le partite IVA arrivano buone notizie. Secondo le ultime indiscrezioni, il Governo Draghi sarebbe ormai orientato a far slittare a una data ancora da definire i pagamenti del saldo e acconto Irpef/Ires e Irap, attualmente con scadenza 30 giugno. Era stato Massimo Bitonci (Lega) ad anticipare questa decisione.

LEGGI ANCHE – Dl Sostegni, previsto un bonus 1600 euro per determinate categorie di lavoratori

A beneficiare dello spostamento sarebbero autonomi, professionisti e imprese interessate dagli Isa, come spiega anche il Sole24Ore: “il percorso più semplice al vaglio che escluderebbe nuovi provvedimenti d’urgenza è quello che prevede il classico differimento per quasi 4,2 milioni di partite Iva con decreto del presidente del Consiglio dei ministri (DPCM) del termine del 30 giugno al 20 luglio senza maggiorazioni dello 0,40% a titolo di interessi, sfruttando così il termine più ampio e andare al 20 agosto con l’aggiunta della maggiorazione dello 0,40%”.

Lo spostamento delle tasse dei soggetti Isa era stati approvato anche nel 2019 con il Decreto Crescita. Sempre come scrive Il Sole 24 Ore, in quell’occasione “l’impatto della contabilizzazione dei pagamenti delle partite Iva interessate finì per complicare  la stesura della nota di aggiornamento al Def, la Nadef che di regola va approvata dal Governo entro il 27 settembre. Quell’anno, infatti,  i 3,5 miliardi di imposte pagati dalle partite Iva entro il 30 settembre furono contabilizzati solo l’8 ottobre, con l’Esecutivo che dovette ricorrere ad un “escamotage tecnico sugli acconti di novembre per rimettere in gioco gli oltre 3 miliardi versati tra conti pubblici e manovra di bilancio”.

 

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *