Pensione di vecchiaia e assegno sociale: confermati i 67 anni per altri 3 anni

La riforma delle pensioni, ormai, è entrata nel vivo andando, pian piano a definire quello che sarà il futuro previdenziale a partire dal prossimo anno. Via la quota 100, avanti la quota 102. Resta, ovviamente la legge Fornero e, quindi, la pensione di vecchiaia e quella anticipata.
Il decreto ministeriale dello scorso 27 ottobre sancisce la cristallizzazione della pensione a 67 anni fino alla fine del 2024: questo significa che la misura non sarà soggetta ad aumenti per adeguamento all’aspettativa di vita Istat nel 2023… – come pubblicato il 16 novembre 2021 da metanews.it (fonte notizia)

Author: Redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.