Passato, presente e futuro delle aree ludiche del Municipio Roma V

di Redazione

riceviamo e pubblichiamo

 

Dario Pulcini, Assessore alle Politiche Ambientali del V Municipio, ha deciso di mettere nero su bianco e condividere il punto della situazione sui molteplici interventi effettuati dal suo Assessorato, dal 2017 ad oggi in tema “aree ludiche”. Una lista dei luoghi dove si è intervenuti per riqualificare spazi, prima di quel momento completamente abbandonati, adatti ai più piccoli e non solo. Le varie operazioni svolte hanno riportato non solo decoro, pulizia e bellezza, ma hanno reso e stanno cercando di rendere questi luoghi spazi multifunzionali, in grado di attrarre tutti i cittadini per creare i presupposti per una comunità aperta, cooperativa ed eco solidale .

Cercando di ripercorrere le tappe salienti di questo percorso inarrestabile, bisogna partire dal primo biennio (2017-2018), citando quelli che sono stati gli interventi ordinari e straordinari svolti nel corso dei 24 mesi.

Pulcini ha ricordato che, prima di procedere all’implementazione delle aree ludiche, in molti casi si è dovuto avanzare prima di tutto con una messa in sicurezza avendo trovato giochi fatiscenti, rotti e quindi pericolosi, lasciati a se stessi dalle amministrazioni precedenti. E’ stata effettuata, quindi, una sistemazione dei giochi con un intervento di messa in sicurezza nelle seguenti aree: Parco Sangalli, Largo Preneste, Parco Almagià; Parco Palatucci ; Via Romolo Balzani; Largo Agosta; Via del Campo; Parco delle Energie; Parco Maria Teresa di  Calcutta; Giardino Galafati; Via dei Berio; Via Locorotondo; Parco Torrione del Prenestino e Parco Teoli.

Una delle più importanti vittorie raggiunte dal V Municipio è stata quella di acquisire e aprire al pubblico Parco Prampolini con la sua area giochi. Fino a quel momento l’opera di compensazione degli oneri concessori di palazzine realizzate dal Consorzio Prampolini non era stata acquisita al patrimonio del Comune e non era accessibile alla cittadinanza.

Sempre nel 2017/2018 sono state effettuate delle importanti riqualificazioni nell’area giochi di Villa De Sanctis; a Via G. B Valente; al Parco Pasolini; sistemazione dei giochi a Largo Mola di Bari e riparazione anche delle panchine vicino ai giochi al Parco Barone Rampante, al Parco delle Energie e al Parco Achille Grandi grazie anche alla collaborazione con le scuole del territorio  e infine anche a Largo Appio Chieregatti e a via Luigi Nono.

Da segnalare anche la realizzazione di un playground a Parco Alessandrino.

L’anno scorso, grazie ad un aumento dei fondi municipali sul verde, sono stati programmati interventi straordinari presso il Giardino Castel di Ieri, il Giardino dei Ciliegi e a piazza San Felice da Cantalice, lavori che partiranno da maggio 2020. Un grande intervento è stato effettuato a Villa Gordiani, grande polmone verde della città, nonché importante area archeologica, che è stata interessata in questi anni da importanti interventi di manutenzione quali anche la rimozione di una recinzione molto pericolosa e la sostituzione dei giochi. Si è intervenuti e si continuerà ad operare dal lato di via Olevano Romano, dal lato di viale Venezia Giulia dove sono stati posti dei giochi inclusivi e dal lato di via Prenestina grazie anche a dei fondi comunali. Quest’ultimi hanno anche permesso e continueranno a permettere di ripristinare la fruibilità e di migliorare le aree ludiche presenti al Parco Madre Teresa di Calcutta e al Parco delle Energie e, di nuovo, a via del Campo.

Pulcini ha annunciato un’iniziativa che si svolgerà il prossimo 6 marzo: “Proseguiremo l’iniziativa, che è partita dai genitori, dagli insegnanti e che coinvolgerà alunni, che si terrà proprio presso il giardino di via del Campo dove sono state sistemate tutte le panchine che verranno colorate di rosso dagli studenti, per sensibilizzare la comunità contro il femminicidio“.

Il 2020 è iniziato con il piede giusto, per quanto riguarda gli interventi nelle aree ludiche, come spiegato dall’Assessore: “Ringrazio l’ufficio aree ludiche del Dipartimento Tutela Ambientale per il lavoro svolto. Negli ultimi mesi, grazie ai nuovi responsabili e tecnici che hanno sostituito i precedenti (i quali non sempre erano esemplari nell’efficienza) siamo arrivati a sistemare gran parte delle aree ludiche“.

A proposito di quest’ultime, nel corso del 2020, si completerà il lavoro già iniziato, per quanto riguarda gli interventi ordinari, a Piazza dell’Acquedotto Alessandrino e al Parco di Tor Sapienza. Per quanto riguarda, invece, i lavori straordinari sugli spazi ludici, essi riguarderanno: Piazza dei Gerani, Via Olcese, Casale Rosso, Via Costantini, Piazza San Luca Evangelista, via Anagni e Piazza Malatesta e il tutto sarà realizzato con i fondi municipali.

L’Assessore ha sottolineato quanto fatto, rispetto alle precedenti amministrazioni, sulle area giochi presenti nel Municipio:”Siamo intervenuti su circa una quarantina di aree ludiche presenti nel territorio e non abbiamo intenzione di fermarci. I numeri parlano chiaro: 30 aree su 36 sono state già messe in sicurezza o riqualificate su tutto il territorio, nessuna di queste in buone condizioni. 10 nuove aree nel corso del 2020, tra ripristini di aree negli anni dismesse e nuove aree. Non c’era una sola area in buone condizioni nel 2016 e siamo dovuti intervenire ovunque.  Sicuramente c’è ancora tanto da fare perché, come ho già detto, abbiamo trovato giochi in condizioni disastrose così come una forte incuria del verde circostante e tutto ciò per colpa dell’immobilismo delle precedenti amministrazioni. Stiamo effettuando un cambio di paradigma e ovviamente ci vuole più tempo per vedere i risultati. Stiamo trasformando le aree ludiche in zone dove ci sono giochi all’avanguardia e per tutti (vedi i giochi inclusivi), con il fine di rendere gli spazi utili anche all’educazione ambientale. Per questo motivo gli interventi che sono stati realizzati con l’Ufficio Aree Ludiche sono stati fatti anche in collaborazione con associazioni ecologiche, con le scuole e con i bambini“. Pulcini ha poi concluso con una promessa: “La primavera è alle porte e i nostri parchi sono frequentati da centinaia di bambini ogni giorno. Il ripristino dei giochi è sicuramente uno degli obiettivi che ci sta più a cuore e quanto fatto fino ad ora lo dimostra. Non abbiamo intenzione di fermarci. Il lavoro in sinergia con le Commissioni Municipali, gli Uffici preposti, Ama e Servizio Giardini continua senza sosta“.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.